CENTRO STUDI TRADIZIONI POPOLARI TOSCANE

Via Cilea 2   50018 SCANDICCI (FI)

E-mail: alessandro.bencista@gmail.com

tel. 3473369377     

 

TOSCANA  FOLK     

Periodico del Centro Studi Tradizioni Popolari Toscane

Associazione Culturale di Volontariato

Quota annuale di associazione al  Centro Studi Tradizioni  Popolari Toscane

(omaggio TOSCANA FOLK)  €.   20,00 (compreso spese postali)

SOCIO     SOSTENITORE     €.   30,00      “           “             “

SOCIO      BENEMERITO     €.   50,00      “           “             “

Numeri arretrati  cad.      €.     5,00   (escluso spese postali)

 L’ associazione può essere effettuata  versando la somma prescelta sul

                c.c. postale  n. 15061500  intestato al

            CENTRO STUDI TRADIZIONI POPOLARI TOSCANE  

 L'ultimo numero di TOSCANA FOLK  viene inviato omaggio ai soci in regola con l’iscrizione.

                   OFFERTE PER I SOCI sostenitori e benemeriti

 I soci sostenitori riceveranno inoltre in omaggio un C.D o audiocassetta a scelta fra:

  a)   CD   ALTAMANTE LOGLI DA SCANDICCI, Contrasti in ottava rima dei poeti estemporanei A.Logli, G.Ceccherini, E.Piccardi, G.Bargiacchi, Ed. C.S.T.P.T. TOSCANA FOLK – SCANDICCI CULTURA;

 b)   CD   CANTI E CANTASTORIE DI MAREMMA, I suoni della tradizione, Ed. Folk Note, Paolo Casini, Coro degli Etruschi, col il patrocinio ed il contributo di REGIONE TOSCANA.

 c)  Audiocassetta  CANTI E SUONI DELLA TRADIZIONE (Dal vivo, fu allegata al n. 4 di Toscana Folk, 1999)

 

 I soci benemeriti riceveranno in omaggio un libro a scelta fra i seguenti:

            (Elencare due titoli in caso di esaurimento del volume richiesto)

d)  La  Castellana di Vergi, il poema francese del XIII secolo e la riduzione in ottava rima che si cantava nella Firenze del Trecento - Il primo documento in ottava rima di un cantastorie; (introduzione, traduzione e note a cura di  A.Bencistà)  Ed. C.S.T.P.T. 2016.

e)  Dalla terra di Vinci Fiorentino, l'improvviso di Natale Masi (con allegato CD,            introduzione, trascrizione e note a cura di Alessandro Bencistà), una produzione del Centro Studi  Tradizioni Popolari Empolese-Valdelsa, col contributo del Comune di Vinci, Ed. C.S.T.P.T. 2018.

f) Storie di carbonai in ottava rima, (a cura di J.P. Cavaillé-A. Bencistà), Ed. C.S.T.P.T.  2017.

g)  Alessandro Bencistà, Canti e tradizioni del popolo toscano, Dieci anni di incontri con l'Auser di Montelupo F.no, Ed. C.S.T.P.T. 2019.

 

 

MODULO DOMANDA ISCRIZIONE

La domanda di iscrizione al Centro Studi Tradizioni Popolari Toscane va inviata (anche per e-mail) al Centro Studi (Via Cilea 2,  50018 SCANDICCI - Firenze), oppure: alessandro.bencista@gmail.com 

Scarica domanda iscrizione

Da riempire e spedire al Centro Studi Tradizioni Popolari Toscane: alessandro.bencista@gmail.com oppure in cartaceo al Centro Studi Tradizioni Popolari Toscane, Via Cilea 2, 50018 SCANDICCI (FI)

STATUTO del Centro Studi Tradizioni Popolari Toscane

omissis .................

                                                    

 ART. 1

 COSTITUZIONE

A) È costituita l'Associazione culturale di volontariato denominata "CENTRO STUDI TRADIZIONI POPOLARI TOSCANE

B) L'Associazione ha sede in Scandicci, Via Cilea 2

C) L'Associazione è regolata dal presente statuto ed agisce nei limiti delle leggi statali, regionali che regolano l'attività di volontariato, nonché dei principi generali dell'ordinamento giuridico.

D) I contenuti e la struttura dell'Associazione sono democratici.

E) L'Associazione ha durata illimitata e non ha fini di lucro.

F) L'Associazione estende l'attività su tutto il territorio nazionale e può operare anche all'estero qualora ne sia richiesta la partecipazione.

 ART. 2

FINALITÀ

A) L'Associazione, in conformità con l'atto di costituzione che del presente statuto è parte integrante si propone la:

- individuazione e schedatura del materiale già pubblicato e di registrazioni amatoriali rintracciabili sul territorio e riguardanti gli usi, i costumi e le tradizioni popolari della Regione Toscana;

- raccolta e archiviazione delle schede, dischi, cassette, video, pubblicazioni, foto, manoscritti, utensili e oggetti riguardanti l'attività poetica, musicale e quanto altro concerne il folklore.

Il materiale, raccolto e catalogato, sarà a disposizione degli studiosi e di quanti altri ne facciano esplicita richiesta; sarà conservato presso la sede, luogo che costituirà il punto di riferimento e di coordinamento dell'attività dell'Associazione;

- raccolta e diffusione a fini culturali, divulgativi e amatoriali del repertorio canoro, musicale, teatrale e poetico facente parte della tradizione popolare toscana;

- attività editoriale relativa alla pubblicazione di un periodico denominato TOSCANA FOLK; pubblicazioni di carattere folkloristico, atti di convegni, bollettini di studio, ricerche monografiche o altro;

- promozione di attività interdisciplinari con Università e scuole di ogni ordine e grado, associazioni culturali e/o amatoriali che ne facciano richiesta;

- allestimento di mostre e organizzazione di incontri e convegni di studio, nonché corsi di aggiornamento per insegnanti.

 ART. 3

ASSEMBLEA DEGLI ADERENTI

A) Sono organi dell'Associazione:

- L'assemblea degli aderenti;

- Il comitato esecutivo;

- Il Presidente.

 omissis...........